Menu Pagine
TwitterRssFacebook
Menu Categorie

Pubblicato da il 10 Lug 2015 in Audio e Video | 0 Commenti

Canzoni contro la guerra: “The Green Fields Of France” – “No Man’s Land” di Eric Bogle (R. Venturi)

Canzoni contro la guerra: “The Green Fields Of France” – “No Man’s Land” di Eric Bogle (R. Venturi)

[1976]

Testo di Eric Bogle

Musica ripresa dalla ballata popolare scozzese

Waly, Waly, but Love be Bonny

Lyrics and Music by Eric Bogle

Tune: Waly, Waly, but Love be Bonny

(Traditional Scottish folksong)

Eric Bogle

Eric Bogle

Una straordinaria canzone (forse una delle più belle canzoni contro la guerra mai scritte). Per il suo argomento, può essere considerata “gemella” di un’altra stupenda canzone, Vladslo di Willem Vermandere.

Dopo aver visitato i cimiteri di guerra francesi nei primi anni ’70, Eric Bogle trasformò una canzone popolare scozzese in un drammatico colloquio fittizio (tecnica compositiva che usa assai di frequente) con il soldato semplice William McBride. Forse Bogle fu ispirato da una pietra tombale che aveva visto. A lungo si è creduto che il soldato ed il nome fossero fittizi.

Piet Chielens, coordinatore del Museo Bellico “In Flanders Fields” a Yprès, in Belgio, ed organizzatore dei concerti annuali per la pace nelle Fiandre, una volta ha controllato tutto il milione e settecentomila nomi di caduti registrati dalla Commissione di Guerra del Commonwealth, trovandovi dieci soldati semplici chiamati William McBride.

Tre di questi William McBride caddero nel 1916, due erano membri del Northern Irish Regiment tra i Royal Inniskilling Fusilliers, e morirono più o meno nello stesso posto durante la Battaglia della Somme. Il primo aveva 21 anni, il secondo 19. “La legge dei grandi numeri prevale anche sulla licenza più poetica”, ha commentato Chielens.

Il diciannovenne soldato semplice William McBride è sepolto nel Cimitero Britannico di Authuille, presso Albert e Beaumont-Hamel, dove gli Inniskilling Fusilliers furono scaglionati come parte della 29a Divisione.

williemcbride

Un quadro che illustra la canzone

* Il titolo originale della canzone, cioè quello scelto dall’autore, era No Man’s Land; il titolo sotto il quale è più conosciuta, The Green Fields Of France, fu utilizzato per primo dal gruppo dei Fureys, che la interpretò, e poi in seguito dai The Men They Couldn’t Hang. Talvolta è stata ripresa anche con un terzo titolo, The Flowers of the Forest.

Well how do you do, Private William McBride

Do you mind if I sit here down by your grave side?

A rest for awhile in the warm summer sun,

I’ve been walking all day and I’m nearly done.

And I see by your gravestone that you were only 19

when you joined the glorious fallen in 1916.

Well I hope you died quick and I hope you died clean

Or, William McBride, was it slow and obscene?

Did they beat the drum slowly?

did they sound the pipes lowly?

Did the rifles fire o’er ye as they lowered you down?

Did the bugle sing ‘The Last Post’ in chorus?

Did the pipes play ‘The Flowers o’ the Forest’?

And did you leave a wife or a sweetheart behind?

In some faithful heart is your memory enshrined

And though you died back in 1916

To that loyal heart are you always 19.

Or are you just a stranger without even a name

Forever enclosed behind some glass-pane

In an old photograph torn and tattered and stained

And fading to yellow in a brown leather frame?

Did they beat the drum slowly?

did they sound the pipes lowly?

Did the rifles fire o’er ye as they lowered you down?

Did the bugle sing ‘The Last Post’ in chorus?

Did the pipes play ‘The Flowers o’ the Forest’?

Well the sun it shines down on these green fields of France,

The warm wind blows gently and the red poppies dance.

The trenches are vanished now under the plough

No gas, no barbed wire, no guns firing now.

But here in this graveyard it is still No Man’s Land

And the countless white crosses in mute witness stand.

To man’s blind indifference to his fellow man

And a whole generation that was butchered and downed.

Did they beat the drum slowly?

did they sound the pipes lowly?

Did the rifles fire o’er ye as they lowered you down?

Did the bugle sing ‘The Last Post’ in chorus?

Did the pipes play ‘The Flowers o’ the Forest’?

And I can’t help but wonder now Willie McBride

Do all those who lie here know why they died?

Did you really believe them when they told you the cause?

Did you really believe them that this war would end war?

But the suffering, the sorrow, the glory, the shame –

The killing, the dying – it was all done in vain.

For Willie McBride, it’s all happened again

And again, and again, and again, and again.

Did they beat the drum slowly?

did they sound the pipe lowly?

Did the rifles fire o’er ye as they lowered you down?

Did the bugle sing ‘The Last Post’ in chorus?

Did the pipes play ‘The Flowers o’ the Forest’?

 

kidsoldier

ITALIANO / ITALIAN

Versione italiana di Riccardo Venturi

Sulla traduzione originale, tra le primissime dell’intera raccolta (2003) sono state innestate delle correzioni e le integrazioni necessarie dato che il testo della canzone inserito era incompleto. Un ringraziamento speciale a Tom Joad (non direttamente quello della canzone di Woody Guthrie il cui spettro echeggia in un’altra di Bruce Springsteen) per un’ulteriore correzione (nel refrain) che mi ha evitato un abbaglio clamoroso (RV).

I VERDI CAMPI DI FRANCIA

Come stai, soldato semplice William MacBride?

Ti dà fastidio se mi siedo un po’ qui tra le vostre tombe

E mi riposo un po’ nel caldo sole d’estate?

Ho camminato tutto il giorno e sono stanco morto.

Vedo dalla tua lapide che avevi solo diciannove anni

Quando hai raggiunto gli eroi caduti nel 1916.

Beh, spero che tu sia morto rapidamente e perbene

Oppure, Willie MacBride, è stata una morte lenta e tremenda?

Battevano i tamburi lentamente?

Suonavano piano le cornamuse?

I fucili sparavano mentre ti calavano nella fossa?

I corni cantavano “The Last Post” in coro?

Le cornamuse suonavano “The Flowers o’ the Forest”?

Hai lasciato una moglie o una fidanzata a aspettarti,

e in qualche cuore fedele sei custodito per sempre?

E anche se la tua morte risale al 1916

Per qualche cuore fedele hai per sempre diciannove anni?

Oppure sei solo uno straniero senza neanche un nome

per sempre racchiuso dietro a qualche lastra di vetro

in una vecchia foto strappata, spiegazzata e macchiata

che sta ingiallendo in una cornice di pelle marrone?

Battevano i tamburi lentamente?

Suonavano piano le cornamuse?

I fucili sparavano mentre ti calavano nella fossa?

I corni cantavano “The Last Post” in coro?

Le cornamuse suonavano “The Flowers o’ the Forest”?

Il sole splende adesso su questi verdi campi di Francia,

Un vento caldo soffia piano e danzano i papaveri rossi.

I solchi delle trincee sono scomparsi sotto l’aratro,

Adesso niente più gas, né filo spinato, né fucili.

Ma qui in questo cimitero è sempre Terra di Nessuno,

Le infinite croci bianche stanno a muta testimonianza

Della cieca indifferenza umana verso il prossimo,

Per un’intera generazione massacrata e abbattuta.

Battevano i tamburi lentamente?

Suonavano piano le cornamuse?

I fucili sparavano mentre ti calavano nella fossa?

I corni cantavano “The Last Post” in coro?

Le cornamuse suonavano “The Flowers o’ the Forest”?

E non posso fare a meno di chiedermi ora, Willie MacBride,

Tutti quelli che giacciono qui sanno perché sono morti?

Ci hai creduto davvero quando ti han detto perché?

Hai creduto davvero che quella sarebbe stata l’ultima guerra?

E la sofferenza, la pena, la gloria e la vergogna,

Uccidere e morire – tutto è stato invano.

Perché, Willie MacBride, tutto quanto è successo di nuovo,

Di nuovo, di nuovo, di nuovo, di nuovo.

Battevano i tamburi lentamente?

Suonavano piano le cornamuse?

I fucili sparavano mentre ti calavano nella fossa?

I corni cantavano “The Last Post” in coro?

Le cornamuse suonavano “The Flowers o’ the Forest”?

swampwounded

Trasporto di un ferito per le paludi di Passendale, Fiandre, 1916

La foto è di J.R.R.Tolkien

 

dal sito: Canzoni contro la guerra

http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?lang=it&id=33

Un’interpretazione della canzone è questa:

https://www.youtube.com/watch?v=5GxLOenKHjE

 

 

 

 

 

 

 

Pubblica un Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *