Menu Pagine
TwitterRssFacebook
Menu Categorie

Pubblicato da il 13 apr 2018 in Frammenti | 0 Commenti

Difendere i confini e il nostro futuro, come strumentalizzare i morti: il politico Matteo Salvini a Redipuglia (I. Francese)

Difendere i confini e il nostro futuro, come strumentalizzare i morti: il politico Matteo Salvini a Redipuglia (I. Francese)

 

Salvini al sacrario militare: “Prego per i soldati morti in difesa delle frontiere”

Il segretario della Lega inizia il suo tour del Friuli-Venezia Giulia con una visita al sacrario militare di Redipuglia, dove riposano i morti della Prima guerra mondiale

Nel bel mezzo delle trattative per la formazione del nuovo governo, il segretario della Lega Matteo Salvini si reca in Friuli-Venezia Giulia, dove è arrivato per “tirare la volata” al candidato governatore di centrodestra Massimo Fedriga.

Questa mattina il leader del Carroccio ha postato una foto dal sacrario militare di Redipuglia, dove riposano le spoglie di migliaia di soldati italiani caduti durante la Prima Guerra mondiale sul fronte orientale.

Scrivendo su Facebook, Salvini immortalato fra le lapidi accompagna la foto con un messaggio e un pensiero: “Al sacrario militare di Redipuglia, una preghiera per i ragazzi che sono caduti durante la Prima guerra mondiale per difendere i confini e il futuro dei loro figli.” Un messaggio politico preciso, soprattutto poche ore dopo la vittoria di Viktor Orban alle elezioni politiche ungheresi: una vittoria che Salvini ha salutato con entusiasmo come l’affermazione della volontà dei magiari di fermare l’immigrazione.

Dopo la visita al sacrario, il leader dei lumbard partirà alla volta di un tour della Regione per la campagna elettorale. Con un occhio, naturalmente, a ciò che succede a Roma nelle stanze del potere.

Ivan Francese – Il Giornale.it – Lun, 09/04/2018 – 12:26

Salvini 2

 

Pubblica un Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>