Menu Pagine
TwitterRssFacebook
Menu Categorie

Pubblicato da il 17 Mar 2018 in Chiesa | 0 Commenti

Dopo la Prima guerra mondiale: sopprimere l’arruolamento obbligatorio (Benedetto XV)

Dopo la Prima guerra mondiale: sopprimere l’arruolamento obbligatorio (Benedetto XV)

 

Per la Santa Sede, il solo sistema pratico, ed inoltre un sistema di facile applicazione con un po’ di buona volontà da ambo le parti, per realizzare e mantenere il disarmo, sarebbe il seguente: sopprimere di comune accordo, tra le nazioni civili, il servizio militare obbligatorio; costituire un tribunale di arbitraggio per risolvere i problemi internazionali; infine, per prevenire le infrazioni, stabilire come sanzione il boicottaggio universale contro la nazione che volesse ristabilire il servizio militare obbligatorio o che si rifiutasse di sottoporre una questione internazionale al tribunale arbitrale o di accettarne le decisioni.

L’arruolamento obbligatorio è stato, da oltre un secolo, la vera causa di innumerevoli mali che hanno afflitto la società: giungere ad una sua soppressione, simultanea e reciproca, costituirà un vero rimedio.

Una volta soppressa, infatti, la coscrizione obbligatoria non potrà essere nuovamente ristabilita che mediante una buona legge; e per una tale legge sarà necessaria l’approvazione del parlamento (approvazione assai improbabile, per molti motivi, e sopratutto a causa della dolorosa esperienza fatta nell’attuale guerra). Così si giungerebbe ad avere ciò che si è tanto desiderato, ossia la garanzia dei popoli.

Se, d’altra parte, si riserva al popolo, per via di un referendum, od almeno al parlamento, il diritto di pace e di guerra, la pace tra le nazioni sarà assicurata, almeno per quel tanto che è possibile in questo mondo.

Lettera della Segreteria di Stato a monsignor Chesnelong, arcivescovo di Sens, ottobre 1917

(* testo riportato in Luigi Rosadoni, La violenza dei disarmati. Documenti e testimonianze sulla non-violenza cristiana, Piero Gribaudi Editore, 1966, p. 84-85)

benedettoXV

 Benedetto XV (1854-1922)

Pubblica un Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *