Menu Pagine
TwitterRssFacebook
Menu Categorie

Pubblicato da il 25 Lug 2015 in Attività | 0 Commenti

Invito all’ESCURSIONE STORICO-PACIFISTA al Vezzena-Basson: 1 agosto 2015

Invito all’ESCURSIONE STORICO-PACIFISTA al Vezzena-Basson: 1 agosto 2015

 

SABATO 1 AGOSTO 2015

ESCURSIONE STORICO-PACIFISTA A

CIMA VEZZENA E CIMA BASSON

Altipiano dei Sette Comuni-Asiago:

LA GUERRA DEI FORTI E LA PRIMA STRAGE ITALIANA”

SALITA LA STRADA “DEL COSTO” CHE RAGGIUNGE L’ALTOPIANO, APPENA DOPO IL PAESE DI CANOVE DI ROANA, ALLA ROTATORIA SEGUIRE LE INDICAZIONI PER TRENTO. SI PERCORRE COMPLETAMENTE LA VAL D’ASSA FINO AD ARRIVARE ALLA TESTATA CHE CORRISPONDE CON L’ALTOPIANO DI VEZZENA.

PARCHEGGEREMO PRESSO IL GRANDE SPIAZZO DELL’ALBERGO VEZZENA.

Ritrovo ore 10.

Dopo aver raggiunto l’ex forte austroungarico “Busa Verle” prenderemo il sentiero CAI 205 che sale verso lo Spitz di Vezzena in circa due ore di camminata, prima in mezzo al bosco e poi, nell’ultimo tratto, in territorio montano. Dislivello 500 m circa, difficoltà media.

Tornati a Passo Vezzena, visiteremo, presso Cima Basson, altri luoghi significativi.

* Faranno da guida don Maurizio Mazzetto e Fabio Bassetto

* SOLO IN CASO DI FORTI PIOGGE L’ESCURSIONE SARA’ RINVIATA

*******

L’escursione toccherà alcuni luoghi importanti nei primi mesi della guerra. Visiteremo due ex forti austroungarici (Busa Verle e Vezzena); nel ritorno osserveremo e commenteremo alcuni cippi commemorativi la tragica Battaglia del Basson dell’agosto 1915 e in particolare i ruderi di una ex-chiesetta austriaca.

Il forte Vezzena, per la sua fantastica posizione panoramica, venne denominato “l’occhio degli altipiani”. Dall’elevata quota di 1908 metri, a picco sulla sottostante Valsugana e i laghi di Levico e Caldonazzo (Trento), la vista spazia grandiosamente su tutta la parte alta dell’Altipiano di Asiago e sulla piana di Vezzena.

Data la difficoltà di raggiungere la cima, ed il forte scavato proprio sulle rocce di cima, non era dotato di armamento pesante. Aveva solamente postazioni per mitragliatrici e una torretta di osservazione blindata e girevole. La vocazione di questo forte era di punto di osservazione e collegamento per le altre fortezze.

* Per ogni informazione rivolgersi a

don Maurizio Mazzetto: 349.4537562

mazzetto.maurizio@gmail.com

Fabio Bassetto: 340.5983558

bassetto.fabio@libero.it

Pubblica un Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *