Menu Pagine
TwitterRssFacebook
Menu Categorie

Pubblicato da il 21 Nov 2018 in Letture | 0 Commenti

Poesie (G Gaspari – P. Martello – P. Mele)

Poesie (G Gaspari – P. Martello – P. Mele)

 

GUERRA

Guerra:

femmina randagia

senza testa

senza cuore.

Vesti il rosso che uccide,

giochi al fuoco che annienta.

Non l’è maestra la storia:

nel mondo vaghi

cieca e furibonda,

senza cervello,

senza memoria.

Tronfia d’odio e rancore,

non ti penti,

ignori le lacrime,

non vedi il dolore.

Guerra randagia,

da secoli

brutta femmina,

senza testa

senza cuore.

Giannina Gaspari

GUERRA, GUERRA, GUERRA!

Tumulto di sensazioni.

Egoistiche affermazioni di sé.

Gelosie recondite.

Verità taciute, bugie affiorate.

Guerra, guerra, guerra!

Tra vicini di casa,

tra amici e nemici.

Tra razze e continenti,

tra fratelli e figli.

Guerra, guerra, guerra!

Cumulo di cineree rovine

di cuori scoppiati, di corpi lacerati.

Paola Martello

LA SILENZIOSA FOLLIA

La silenziosa follia

risale le ombre

della terra carbonizzata.

Fumo rappreso

di sangue mitragliato

evapora lento

come rancio caldo

da deformi gavette.

La fame convertita

all’indifferenza della morte

al granito mutilato

di giovani ossa

ai focolari spenti

dal pianto delle madri.

La silenziosa follia

affacciata al davanzale

del cielo azzimo.

Muta pifferaia

del decimato gregge

ancora arranca

ancora, ancora

su crinali uggiosi

di bellica transumanza.

Paolo Mele

da: L’inutile strage. Poesie sulla guerra, Quaderni di poesia n. 14, Editrice Veneta, Vicenza, 2015

“Che il Signore fermi la guerra…”

(al Passo di Campogrosso – VI/TN)

Pubblica un Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *