Menu Pagine
TwitterRssFacebook
Menu Categorie

Pubblicato da il 3 nov 2017 in Frammenti | 0 Commenti

Un’epidemia mortale (G. Caramore, M. Ciampa – F. Pessoa)

Un’epidemia mortale (G. Caramore, M. Ciampa – F. Pessoa)

 

Nel 1915 è in corso la Prima guerra mondiale. Il mondo si è diviso, e gli uomini si massacrano. Ovviamente non è la prima volta che questo accade, ma quella guerra, che si è diffusa come un’epidemia mortale in tutto il Vecchio continente e oltre, è una terribile sintesi della distruttività umana.

C’è una sinfonia di sensazioni incompatibili e analoghe,

c’è un’orchestrazione nel mio sangue di tumulti e di crimini,

di strepiti convulsi di orge di sangue sui mari,

furiosamente, come una raffica di calore attraversa lo spirito,

nuvola di polvere calda che annuvola la mia lucidità

e mi fa vedere e sognare tutto questo solo con la pelle e le vene.

(Fernando Pessoa).

Gabriella Caramore, Maurizio Ciampa, La vita non è il male, Salani, 2016, p. 64

 

Pubblica un Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>